Furto anomalo a Milano: scomparsi 30 kg materiale incendiario. Allerta massima

Furto anomalo a Milano: scomparsi 30 kg materiale incendiario. Allerta massima

Prospera Giambalvo
Settembre 16, 2017

A giustificare la segnalazione di via Fatebenefratelli al ministero è infatti una circolare del capo della polizia che chiedeva a tutte le Questure di segnalare furti di mezzi sospetti - e un furgone lo è - dopo i diversi attentati portati a termine in giro per l'Europa con mezzi pesanti lanciati sulla folla.

Anche se non ci sono ancora conferme su un possibile collegamento tra il furto del materiale incendiario e i furgoni, l'allerta resta massima. Un altro mistero a Milano richiama l'attenzione dell'Antiterrorismo. A far scattare l'accelerazione nelle indagini è stata, mercoledì sera, poco dopo le 21.30, una telefonata al 112 da parte di un dipendente della Dhl che ha riferito di averne visto uno, riportata da alcuni quotidiani. L'uomo, che ne conosce le targhe e i modelli, ha detto di aver visto il veicolo "passare in corso Lodi in direzione centro città". Quando le forze dell'ordine - equipaggi del Radiomobile e della Volanti - sono arrivate sul posto, però, del mezzo non c'era già più traccia. Circa 30 kg di materiale incendiario sono spariti da una ditta.

L'unica anomalia nella vicenda Dhl è che siano scomparsi tre furgoni in un arco di tempo molto breve e in una zona piuttosto circoscritta. Un colpo ingente che potrebbe non avere collegamenti con il terrorismo ma gli investigatori lo stanno analizzando come la sparizione, quasi contemporanea, di tre furgoni della Dhl nei giorni scorsi. Uno di questi era stato segnalato nel quartiere Corvetto, ma le ricerche non sono andate a buon fine e di quel furgone (un Ducato) si sono perse le tracce.