Delneri:

Delneri: "Contro il Milan dovremo lottare da squadra"

Minervino Buccola
Settembre 16, 2017

Ho piena fiducia in Abate, che ha le sue stesse caratteristiche. Avremo meno spazi rispetto a giovedì perché il calcio italiano è così.

Su modulo: "Troppa importanza al modulo". Al di là del risultato per me è importante la prestazione. Fate bene a parlare di numeri e moduli, me li suggerite. "Ci vuole equilibrio almeno da parte mia, sono giovani e il valore assoluto di un giocatore si misura con il tempo". Suso nel 3-5-2? E' un giocatore forte e importante. Come ammesso dal tecnico del Milan dopo il successo di Vienna, il modulo che verrà proposto nella prossima sfida non sarà identico al 3-5-2 visto di recente, ma comunque molto simile.

Sulla mentalità del Milan - "Il vero Milan lo vedremo il prossimo mese".

Il lavoro sulla difesa a tre e il ruolo di Bonucci. "Ricordo grandissime partite in Champions in cui ha giocato a quattro con la Juve". "Può giocare in un modo o nell'altro, poi dipende dai compagni di reparto".

"Ci sono giocatori che permettono di cambiare sistema di gioco". Abbiamo anche Calabria a chissà che qualcuno in questa situazione non emerga. "Qualche compito a casa lo lascio anche a voi, vediamo chi ci arriva prima (ride, ndr)". Romagnoli è l'unico mancino e lo abbiamo aspettato per la difesa a tre, Rodriguez e Antonelli possono essere adattati.

"Nella difesa a tre è importante avere un centrale mancino: non è obbligatorio, ma può fare la differenza averlo".

MILIONI IN PANCHINA - "André Silva in panchina?" Sarà un match difficile sul campo, però ho visto buoni miglioramenti della mia squadra, ho visto entusiasmo.

È chiaro che, in un Milan in fase di rodaggio, gli esperimenti non sono finiti. "Abbiamo le qualità per fare bene, gli stimoli ci sono, l'ambiente ci offre il clima giusto per lavorare e ottenere risultati". Mi piacerebbe vincere qualche partita in maniera sporca, con la fame e con l'agonismo.

L'anno scorso zero punti con l'Udinese. "Due partite simili dove meritavamo qualcosa in più, ma una squadra affamata quelle partite le vince". La sconfitta con la Lazio deve essere dimenticata: "Affrontiamo tutte le gare come se fosse l'ultima", le sue dichiarazioni.

Campionato complicato, Udinese e Spal partite chiave - "Siamo all'inizio della stagione, abbiamo perso una partita ora dobbiamo recuperare con Udinese e Spal".

"Si valuta di volta in volta. Se sta bene gioca, poi ci sono le scelte tecniche ma non mi preoccupa il suo percorso". A sinistra Pezzella è squalificato, quindi ci saranno altri minuti per Samir, sperando che recuperi al più presto la miglior condizione (difficile la mossa a sorpresa Alì Adnan). "Sono importanti i principi di gioco". Mentalmente è un ragazzo che non si ferma durante la partita.