Regionali, Crocetta:

Regionali, Crocetta: "Sono io il candidato legittimo del Pd"

Prospera Giambalvo
Agosto 28, 2017

"In Sicilia la questione del centrosinistra sembra complicata ma in realtà è molto semplice: siamo davanti all'ennesimo tentativo di Orlando di comandare la Regione". Una soluzione di cui si è già parlato e che sinora non ha convinto Crocetta, ma stavolta i tempi sono stretti e si attende il definitivo "sì" o "no" del Governatore.

La Iena Fabio Agnello, accompagnata da un cameraman, ha tentato di intercettare il presidente della Regione, Rosario Crocetta, mentre rientrava dal suo solito bagno in mare a Castel di Tusa, nella spiaggia di fronte l'Atelier sul mare, il museo albergo di proprietà di Antonio Presti, ideatore della Fiumara D'arte. "Mi sento a tutti gli effetti il candidato, il primo candidato del Pd. Chi manda da Roma questi giornalisti per assediarmi e inseguirmi ovunque io sia?" - ha infine aggiunto. La mia candidatura e' legittima, il non riproporla e' illegittimo. Dopodiché, non voglio imporre nulla: si facciano le primarie, e chi vince guida la coalizione. E' l'unico modo da parte mia di potere accettare alternative: "anche perche' quello che vedo in giro sono tutte piu' deboli della mia, e non intendo partecipare a questo suicidio politico".

Se le primarie non si fanno, "vado avanti comunque e credo che altri gruppi civici verranno con me. Anche perché il civismo vincente in Sicilia l'ho inventato io", prosegue Crocetta.