Draghi a Lindau: le politiche monetarie non convenzionali sono state un successo

Draghi a Lindau: le politiche monetarie non convenzionali sono state un successo

Bruto Chiappetta
Agosto 23, 2017

"Un'ampia mole di ricerca empirica ha confermato il successo di queste politiche nel sostegno dell'economia e dell'inflazione, sia nell'area euro sia negli Stati Uniti".

Mario Draghi difende il quantitative easing e la politica monetaria della Banca Centrale Europea: lo fa al Nobel Laureate Meetings di Lindau prima di partire per il simposio dei banchieri centrali di Jackson Hole in Wyoming.

"Questo aggiustamento", spiega, non è "mai facile, richiede una valutazione senza pregiudizi e onesta delle nuove realtà con occhi liberi, non gravati dalla difesa di paradigmi precedentemente detenuti che hanno perso ogni potere esplicativo".

"Le azioni adottate negli ultimi dieci anni nella politica monetaria, nella regolamentazione e nella supervisione hanno reso il mondo più resistente. Ma dovremmo continuare a prepararci per nuove sfide", ha concluso.

Draghi non ha dato indicazioni su quali saranno le prossime mosse della Bce in tema di QE.