Giudice Usa non chiude caso Polanski, nonostante richiesta vittima

Giudice Usa non chiude caso Polanski, nonostante richiesta vittima

Quintino Maisto
Agosto 19, 2017

Un tribunale di Los Angeles ha respinto la richiesta di chiudere il caso di stupro di cui è accusato il regista polacco naturalizzato francese Roman Polanski. A fare la richiesta era stata Samantha Geimer, la stessa donna che secondo l'accusa nel 1977, quando aveva solo 13 anni, subì la violenza sessuale da parte di Polanski.

L'84enne regista franco-polacco, che nel 1977 ammise la violenza sessuale nei confronti di Geimer, trascorse all'epoca 42 giorni in carcere, ma nel 1978 fuggi' in Europa prima che il tribunale pronunciasse la sentenza. Il giudice Scott Gordon ha stabilito che Polanski dovrà comparire davanti ad un tribunale a Los Angeles se vorrà vedere il caso risolto. Da allora non ha piu' fatto ritorno negli Usa. Nei giorni scorsi una donna identificata solamente con il nome 'Robin' ha accusato Polanski di averla violentata nel 1973 quando aveva 16 anni.