Espulsi dall'Italia due marocchini e un siriano

Espulsi dall'Italia due marocchini e un siriano

Prospera Giambalvo
Agosto 19, 2017

Due cittadini marocchini e un cittadino siriano sono stati espulsi dall'Italia per motivi di sicurezza nazionale.

Lo rende noto il Viminale con una nota. Si tratta di un 38enne marocchino, detenuto per reati comuni. Nel 2015 era stato arrestato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di dimora presso la sede di Brognaturo (VV) della Cooperativa "Stella del Sud", ove in diverse circostanze si è messo in evidenza per condotte prevaricatrici nei confronti di altri ospiti e degli operatori.

Il terzo uomo espulso è un 31enne marocchino, già sottoposto a fermo da parte dei carabinieri di Tortona (Alessandria) per il furto di un minibus. L'immigrato aveva attirato l'attenzione degli investigatori nell'aprile 2016 per le sue "turbe psichiche": in particolare era stato intercettato dai militari, in stato psicotico, mentre si proclamava seguace dello Stato islamico. Solo nel 2017 sono stati finora 70 i rimpatri; dal gennaio 2015 a oggi il numero sale a 202. Già nel 2011 nei suoi confronti erano stati emessi due decreti di espulsione, ma era sempre riuscito a sottrarsi alla loro esecuzione.