Atalanta-Roma, parla Di Francesco:

Atalanta-Roma, parla Di Francesco: "Partire forte e fare risultato a Bergamo"

Minervino Buccola
Agosto 19, 2017

Alla vigilia dell'inizio del campionato della Roma quali sono i suoi obiettivi?

L'Atalanta ha perso qualche pedina, che avversario si aspetta? Sarà una partita difficilissima, ma anche loro troveranno contro una squadra che ha voglia di imporre il proprio gioco. Tante squadre si sono rinforzate, sarà un campionato più competitivo, ci sarà meno distacco tra le prime. "Squadre come Milan e Inter che sono finite dietro, si sono rinforzate, soprattutto i rossoneri". Si affiderà a quella che in questo momento considera la Roma titolare: in attesa di novità sul mercato, nel tridente d'attacco ci sarà Defrel nel ruolo di ala destra con Dzeko centrale e Perotti a sinistra. Ha già in mente dove utilizzarlo? Si parla troppo spesso di reparti, a me piace parlare di blocco squadra, si deve esaltare il gruppo.

Sono molto contento di allenare questi calciatori. Il mercato è aperto e tutto può succedere, adesso è il momento di fortificare questa squadra, sono contento di avere questi giocatori. "Poi faremo le nostre valutazioni".

"La colpa di quei 30 minuti è solo mia, io devo dimostrare che la squadra non è quella vista in quei 30 minuti". So che siamo a Roma e le valutazioni le fate subito, ma ho scelto di tutelare alcuni giocatori che non potevano giocare partite così ravvicinate.

Sulle brutte prestazioni del pre-campionato, in particolare la già citata trasferta di Vigo, Di Francesco non si è risparmiato: "A nessuno piace fare brutte figure, io di quei 30 minuti non sono contento e mi prendo la colpa". Spetta solo a noi cambiare i giudizi, domani abbiamo l'occasione per dimostrare che non siamo quelli lì, io devo far cambiare l'idea che sono un integralista, io cerco di portare avanti il mio modo di vedere calcio. "Spero arrivi il prima possibile, stiamo lavorando sulle due fasi". Il giocatore è oggi valutato 15 milioni di euro, una cifra che pare proibitiva per le casse della società capitolina, che grazie alla cessione con la formula del prestito quadriennale ed obbligo di riscatto di Iturbe allo Xolos Club di Tijuana ha "messo in saccoccia" 5 milioni di euro, non è dunque da escludere una nuova trattativa per portare in giallorosso il difensore madrileno. Mi piace la disponibilità della squadra: forse serve più equilibrio nel coniugare le mie richieste con le qualità dei giocatori. In Spagna i risultati sono venuti meno e la prestazione è mancata. Meglio sbagliare nel precampionato. "Dobbiamo abbassare il margine di errore". "Nel calcio vince chi sbaglia meno". Esiste un piano alternativo?

"Di De Rossi già ne ho parlato, mi aspetto che sia il leader di questa squadra". Per quanto riguarda l'integralismo mi fa sorridere questa domanda.

Il primo tempo di Vigo ha cambiato la percezione dell'opinione pubblica sul lavoro che è stato fatto? Bisogna interpretare i vari momenti della stagione. Andremo avanti col 4-3-3, che è un modulo dinamico.

È soddisfatto nel complesso del lavoro dei suoi giocatori?

Forti degli ultimi nuovi acquisti: il giovane esterno destro Cengiz Under e il difensore Kolarov, la Roma tenterà di dimostrare sin dal primo match contro l'Atalanta il valore della propria rosa e la bontà del nuovo progetto stagionale costruito secondo le richieste di Eusebio Di Francesco.

LA DIFESA - "A me non piace parlare della formazione, dico solo che noi dobbiamo preparare le partite in un certo modo". Io voglio cercare di esaltare tutti i calciatori in un sistema di gioco organizzato.