MasterChef Junior in lutto per un concorrente: muore il piccolo Andrea Pace

MasterChef Junior in lutto per un concorrente: muore il piccolo Andrea Pace

Quintino Maisto
Августа 17, 2017

Ne ha dato notizia la pagina ufficiale del format, che in una nota ha espresso cordoglio e vicinanza alla famiglia del ragazzo.

Venuto a mancare per malattia, Andy - così i suoi amici chiamavano l'ex concorrente del baby-talent - era nato nel 2000 e con la sua simpatia, i suoi occhi azzurri e i riccioluti capelli chiari, aveva fin da subito colpito i fan a casa e i giudici Bruno Barbieri, Alessandro Borghese e Lidia Bastianich.

"Il 12 agosto il nostro nucleo familiare si è spezzato, un uccellino è caduto dal nido, dal disegno della famiglia felice è scomparso l'omino più piccolo dei quattro, quello più forte, coraggioso e determinato".

Il giovanissimo aveva partecipato alla prima edizione del programma che data il 2014. Come più volte detto anche durante le riprese di Junior MasterChef, il piccolo Andrea Pace amava alla follia il gioco del tennis e in particolare modo il suo idolo Roger Federer.

Molti di voi ricorderanno la prima edizione di Masterchef Junior, quella vinta da Emanuela, simpatica ed agguerrita concorrente barese. "Nel ricordarlo, vogliamo esprimere tutta la nostra vicinanza alla sua famiglia", si legge nel breve e doloroso comunicato apparso su Facebook dalla famiglia di MasterChef Italia. Il piccolo cuoco ha partecipato alla prima edizione dello show di Sky Uno, classificandosi fra i primi posti.

Il piccolo Andrea Pace è morto. Stesso gesto lo ha fatto Fabio, che con lui aveva condiviso la terza posizione nel programma: "Ci siamo conosciuti sul set di Masterchef: siamo entrati insieme".

Emanuela, la bambina che vinse quell'edizione, ha ricordato il ragazzo con una foto di entrambi mentre si fanno un bagno in piscina: "Ti voglio ricordare sempre così".

Oggi Andrea aveva 17 anni ed è morto in circostanze ancora da chiarire. Abbiamo vinto insieme. Abbiamo perso insieme E siamo usciti insieme. In tutto questo voglio dire che sei stato un amico stupendo, d'oro e sempre allegro, non ti ricordo un giorno senza sorriso. Cresciuto nel ristorante dei genitori, con l'arte culinaria è stato amore a prima vista. La passione per la cucina gli è stata trasmessa soprattutto dalla mamma e dalla nonna.