Pil, Istat:

Pil, Istat: "Nel secondo trimestre +0,4%. Variazione acquisita per il 2017 +1,2%"

Bruto Chiappetta
Agosto 16, 2017

La crescita dell'Italia accelera nuovamente. I dati dell'Istat evidenziano come il Pil nel secondo trimestre del 2017 siano cresciuto a livelli importanti: rispetto allo stesso periodo nel 2016, infatti, l'economia dell'Italia è cresciuta dell'1,5%; rispetto al primo trimestre del 2017 la variazione positiva è stata di quasi mezzo punto. Per trovare un valore maggiore bisogna tornare al primo trimestre del 2011 quando l'incremento era stato del 2,1 per cento. Ipotizzando invece, spiegano dall'Istituto di statistica, un tasso di crescita nel terzo e nel quarto trimestre analogo a quello dei primi due periodi, la crescita raggiungerebbe l'1,5 per cento.

E' quanto emerge da un sondaggio condotto da Reuters tra gli economisti in vista della pubblicazione dei numeri preliminari del Pil da parte di Istat mercoledì 16 agosto. La variazione acquisita è quella che si otterrebbe in presenza di una variazione congiunturale nulla nei restanti trimestri dell'anno. Nello stesso periodo, guardando all'estero, il Pil è aumentato in termini congiunturali dello 0,6% negli Stati Uniti, dello 0,5% in Francia e dello 0,3% nel Regno Unito. Un aumento tendenziale, quest'ultimo, che è il più alto registrato dall'Istat da sei anni.

In questo contesto appare conservativa la previsione di crescita per il 2017 inserita dal governo nel Documento di Economia e Finanza varato ad aprile, ovvero +1,1%. I dati sono corretti per gli effetti di calendario e destagionalizzati e rappresentano una stima prelimanare. Il secondo trimestre del 2017, informa l'istituto di statistica, ha avuto tre giornate lavorative in meno del trimestre precedente e due giornate lavorative in meno rispetto al secondo trimestre del 2016.