Tragedia tra Ischia e Procida, morti un sub e una ragazzina

Tragedia tra Ischia e Procida, morti un sub e una ragazzina

Prospera Giambalvo
Agosto 13, 2017

Sul posto il nucleo sub dei vigili del fuoco e gli uomini del Circomare di Ischia, al comando del tenente di vascello Alessio De Angelis, e gli operatori di alcuni diving. Sono finiti in manette con le pesanti accuse di tentata rapina e tentato omicidio Emanuele Moretto, 19 anni, residente al Rione Alto, e Fabio Nicolosi, 19enne anche lui, residente al corso Vittorio Emanuele. Erano insieme ad altri amici e, alla fermata del bus, uno di loro è stato avvicinato dai due giovani che gli hanno chiesto una sigaretta. I due amici 17enni sono così intervenuti per difenderlo e sono stati colpiti, uno alla testa e l'altro sia al volto che alla coscia destra, in prossimità dell'arteria femorale.

In seguito alle indagini, sono stati identificati i due aggressori, rintracciati mentre erano in spiaggia nella giornata di giovedì. Al suo rifiuto, il ragazzo sarebbe stato minacciato con un coltello.

Sequestrate anche delle dosi di sostanza stupefacente (marijuana e hashish) a carico del 18enne. I due sono stati sottoposti a fermo e condotti alla casa circondariale di Poggioreale.