Omicidio Ruggiero, arrestato un presunto complice

Omicidio Ruggiero, arrestato un presunto complice

Prospera Giambalvo
Agosto 13, 2017

Dopo il fermo e poi il carcere per Ciro guarente, il pm della procura della Repubblica di Napoli nord, ha emesso un provvedimento di fermo nei confronti di Francesco De Turris, di 51 anni, napoletano, residente nel quartiere Ponticelli, con l'accusa di concorso nell'omicidio di Ruggiero, detenzione, porto e cessione abusiva di armi. De Turris, vecchio amico di Guarente e vicino di casa (i due abitavano in stabili adiacenti) vanta un curriculum di tutto rispetto sotto il profilo dei reati. Mai, però si era spinto a concorrere a un omicidio. Adesso resta da capire per quale motivo il pregiudicato abbia aiutato Ciro Guarente. Arrivando perfino a consigliargli un a calibro 7,65 con la quale avrebbe certamente raggiunto il suo obiettivo.

Una settimana fa, la madre della vittima aveva rinnovato l'appello all'omicida di aiutare le ricerche delle parti del corpo, tra cui la testa, che ancora non sono state trovate, così da poter celebrare il funerale.