La Provincia autonoma di Trento ha ucciso l'orsa KJ2

La Provincia autonoma di Trento ha ucciso l'orsa KJ2

Prospera Giambalvo
Agosto 13, 2017

Insomma, nonostante le proteste e l'interessamento di Enpa (Ente nazionale di protezione animali) e altre associazioni animaliste, la mamma orsa non ce l'ha fatta.

Non è riuscita a sopravvivere l'orsa KJ2 che nella serata di ieri è stata uccisa dagli agenti del Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento in attuazione dell'ordinanza emessa dal presidente della Provincia per garantire la sicurezza delle persone. L'abbattimento dell'orsa, una femmina di circa 14 anni, è stato possibile grazie alle precedenti attività di identificazione genetica e successiva cattura e radiocollarizzazione ai fini della riconoscibilità dell'animale. Dopo essere stato attaccato dall'animale e ferito a una gamba e a un braccio si era messo in salvo nascondensdosi in un dirupo non raggiungibile dall'animale e da lì aveva chiesto e ottenuto soccorso. Lo dice l'associazione Aidaa che "da subito sospende tutte le attività associative in segno di lutto per quanto accaduto ed invita tutti gli italiani al boicottare da subito i prodotti trentini, ed a disdire le vacanze o i soggiorni programmati nella provincia autonoma di Trento". "Tutti gli aggiornamenti nei nostri telegiornali". Ma viene da chiedersi, era davvero l'unica soluzione possibile?

L'orsa KJ2 è stata abbattuta.