Roma, Magi (Radicali): battaglia su Atac è per 3 mln cittadini

Roma, Magi (Radicali): battaglia su Atac è per 3 mln cittadini

Prospera Giambalvo
Agosto 11, 2017

I Radicali sono partiti alle 11.30 esatte dalla sede del comitato referendario 'Mobilitiamo Roma' a Trastevere e con bandiere, striscioni, fischietti, cori ('Sono tante, sono legali, sono firme radicali') e clacson e in una atmosfera festante, hanno raggiunto la sede della giunta capitolina, con tanto di sfilata lungo la scalinata che dalla sala della Protomoteca porta a piazza del Campidoglio. A bordo dei due minibus della campagna di comunicazione 'Se non firmi t'ATtaCchi', il segretario di Radicali Italiani Riccardo Magi e di Radicali Roma Alessandro Capriccioli, hanno depositato le firme in Campidoglio, presso gli uffici del segretariato generale, insieme ai militanti e ai volontari della campagna. Ad accogliere a palazzo Senatorio i radicali, secondo quanto si apprende, è stato il vicesindaco Luca Bergamo.

Il quesito: "Volete voi, a decorrere dal 3 dicembre 2019, Roma Capitale affidi i servizi relativi al trasporto pubblico locale di superficie e sotterraneo ovvero su gomma e rotaia mediante gare pubbliche, prevedendo clausole sociali per la salvaguardia e la ricollocazione dei lavoratori nella fase di ristrutturazione del servizio?" "I Radicali fanno campagna elettorale sulle pelle dei romani e sui circa 11.700 dipendenti che lavorano in azienda".