#Cronaca. Sequestro di 2 milioni di euro a Palermo a pregiudicato 65enne

Prospera Giambalvo
Agosto 11, 2017

Oggi, le fiamme gialle di Palermo, hanno invece effettuato un sequestro - emesso dal tribunale del capoluogo siciliano - apponendo i sigilli a beni del valore di circa due milioni di euro e riconducibili ad uno dei soggetti coinvolti nell'operazione di gennaio e che sarebbero stati intestati fittiziamente ai suoi familiari. Le indagini eseguite hanno rivelato il suo ruolo di spicco in un'organizzazione dedita al traffico di droga e i suoi contatti privilegiati con esponenti palermitani di Cosa Nostra. Gia' nel 2005, l'uomo era stato arrestato per reati analoghi assieme ad altre persone, tra le quali Mario Adelfio, considerato vicino alla famiglia mafiosa di Palermo-Villagrazia.

Secondo le indagini Rizzuto avrebbe investito i proventi illeciti del traffico di droga in attività commerciali di pregio a Roma a Rho (nel milanese).

"Gli accertamenti patrimoniali svolti dal Gico con il coordinamento della Procura di Palermo - spiega la Finanza -, hanno fatto emergere la consistente sproporzione del valore dei beni posseduti rispetto ai redditi dichiarati negli anni dall'indagato e dal suo nucleo familiare e permesso quindi di fondare su tale sbilancio il provvedimento di sequestro".