Tributo della figlia di Chris Cornell al padre ea Chester Bennington

Tributo della figlia di Chris Cornell al padre ea Chester Bennington

Quintino Maisto
Agosto 6, 2017

Occhi lucidi e voce che trema appena.

Chris Cornell si è tolto la vita all'età di 52 anni, nella camera del suo albergo, dopo aver eseguito un concerto.

Un tributo commovente, lo stesso 'Hallelujah' scelto da Chester Bennington a maggio per salutare un'ultima volta l'amico e collega Chris, durante la cerimonia funebre.

Ieri mattina i Linkin Park avrebbero dovuto essere ospiti di Good Morning America, ma a causa dell'improvvisa scomparsa del proprio frontman la band di Mike Shinoda è stata sostituita dai One Republic, che hanno voluto dividere il palco con la dodicenne Toni Cornell. La giovane ha deciso di rendere omaggio al papà e all'amico Chester Bennington. Sei il mio idolo, qualcuno a cui mi sono sempre ispirata. Toni ha scritto anche di come ad accomunarli ci fosse la loro grande passione per l'arte, dalla poesia alla musica, di quanto si fidasse dei consigli e dei giudizi del padre, che le mancherà sempre. Mi hai spinto a dare il meglio ogni giorno e ancora lo fai. "Ogni volta che piango o credo di non poter andare avanti, sento la tua voce dirmi che la preoccupazione è una perdita di tempo". Chris Cornell e Chester Bennington.

A pochi istanti dall'esibizione Toni Cornell ha dichiarato: "è un onore per me interpretare questo brano per mio papà e per Chester".