Scarseggia il sangue di gruppo B L'Avis:

Scarseggia il sangue di gruppo B L'Avis: "Bisogna donare più spesso"

Prospero Rigali
Agosto 6, 2017

E anche a Modena c'è massima attenzione perché ogni bella stagione si registra un notevole calo delle donazioni.

Per dare più ampio respiro alle iniziative di sensibilizzazione, anche l'Associazione Nazionale dei Comuni Siciliani ha deciso di partecipare, sottoscrivendo con l'Avis Regionale Sicilia un protocollo d'intesa finalizzato ad organizzare manifestazioni ed eventi di sensibilizzazione alla cultura del volontariato e della donazione di sangue, come gesto di solidarietà e sviluppo sociale, anche attraverso il potenziamento di progetti, tirocini e stage presso le Avis per i giovani del servizio civile e non.

L'estate è contraddistinta da una carenza cronica di sangue in molte regioni italiane, una situazione che di fatto mette a rischio terapie salvavita e interventi chirurgici programmati e in emergenza. Il presidente della sezione AVIS di Portoferraio Dante Leonardi raccomanda a tutti coloro che possono di ritagliarsi un'ora del proprio tempo per donare sangue.

Le donazioni in Umbria rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, si riducono, siamo quasi a meno quattrocento. A livello di Umbria, mancano 50 sacche al giorno.

Sono, invece, confermate le raccolte straordinarie già in programma per il 2 agosto a Torre Colimena con l'autoemoteca dalle 16:30 alle 21, il 5 agosto a S. Pietro in Bevagna con l'autoemoteca dalle 16:30 alle 21 e domenica 6 agosto al terzo piano dell'ospedale di Manduria dalle 8 alle 12.

I dati sono stati raccolti dal CNS, secondo cui in alcuni giorni si sono superate le 1100 unità mancanti su tutto il territorio nazionale. "Per questo all'appello ai donatori si aggiunge quello alle Regioni, affinché consentano alle Strutture Trasfusionali da loro dipendenti una maggiore flessibilità nei giorni e negli orari di apertura, anche dotandole delle necessarie risorse umane, in modo da consentire, anche nel periodo estivo, la donazione non solo nei giorni feriali e negli orari canonici del primo mattino".