Montella: "Con il Craiova conta vincere ma mi aspetto dei miglioramenti"

Minervino Buccola
Agosto 6, 2017

I tifosi credono in noi e nella società, si sta creando un entusiasmo importante che va alimentato sul campo. Devo fare attenzione perché ha avuto un problemino al dito e devo valutare la sua presenza.

Su Suso: "Si è aggregato da poco, viene da un infortunio non semplice, ha bisogno di giocare come tanti in questa squadra, si sta allenando bene".

Sulla fascia da capitano: "In passato il capitano del Milan è sempre stato scelto istituzionalmente dalla società". Mi aspetto una bella accoglienza domani sera, e' un ragazzo che ha dimostrato amore per il Milan.

Una considerazione anche sul futuro capitano e sul nuovo centravanti che dovrebbe arrivare dal mercato: "Non c'è un solo capitano per me". La nuova società mi ha chiesto di scegliere tra i nuovi acquisti un capitano, per sancire un nuovo corso. L'1-0 dell'andata in Romania non tranquillizza del tutto Vincenzo Montella, che in conferenza stampa assicura di aspettarsi "un miglioramento nella tenuta mentale del Milan, più che in quella fisica". La concorrenza in un grande club è normale. Credo che un calciatore debba saper accettare di essere competitivo, non deve avere questa smania e questa fretta e gestire la situazione. Calhanoglu sta meglio, sta forzando i tempi perché non aver giocato da diverso tempo. "E' un grande talento". André Silva sta andando bene, è arrivato tardi: sta crescendo di condizione e di integrazione, nella mia testa c'è l'intenzione di farlo giocare. L'ho trovato migliorato rispetto all'anno scorso, sta crescendo bene. Rinnovo? Ci sono dinamiche e tempistiche contrattuali che non spettano a me.

Sull'attaccante che arriverà: "Stiamo valutando, la società si è un attimo fermata, hanno lavorato in modo egregia fino ad ora ma non abbiamo fretta, la società sta valutando con attenzione". "Romagnoli? Ci saranno novità settimanali e aggiornamenti dati con il medico". Domani scegliero' in base a chi mi puo' garantire piu' minuti in campo. Queste le sue dichiarazioni partendo dai tanti tifosi: "Sarà una grande emozione, ma allo stesso tempo una grande responsabilità avere così tanti tifosi a San Siro".