Juventus, ora parla Allegri:

Juventus, ora parla Allegri: "Su Cardiff ho sentito tante fantasie"

Minervino Buccola
Luglio 22, 2017

Allegri prede la parola nella conferenza stampa che precede la sfida con il Barcellona (alla mezzanotte italiana) e affronta anche i temi del mercato, in primis l'ipotizzato passaggio di Dybala al Barcellona, oltre a rispondere a Bonucci sul suo addio ai bianconeri. Il tecnico toscano è intervenuto facendo il punto della situazione sul mondo bianconero a cominciare dal caso Bonucci: "I giocatori, come spesso succede nel calcio, hanno bisogno di cambiare aria". Anche Allegri smentisce le versioni pubblicate dai giornali.

"Dopo la finale si sono dette cose che neanche la fantasia di un regista di Hollywood avrebbe partorito". Non ho paura di perdere il giocatore, non sono preoccupato. E' stata screditata la nostra annata straordinaria e mi spiace che scudetto e Coppa Italia non siano stati festeggiati come sarebbe stato giusto - riporta il sito ufficiale della Juventus -. E poi non conosco le vicende di Neymar e del Psg, non entro nell'argomento. "Quella sera semplicemente il Real si è dimostrato più forte e noi ora dobbiamo ripartire con la voglia di fare un'altra grande stagione e un'altra grande Champions League". Un pizzico di rammarico su Schick: "Mi è dispiaciuto perché è un giocatore molto bravo che fa cose non normali", ma, chiude, "c'è un comunicato chiaro delle due società". Giocheremo con la difesa a quattro, magari il mercato ci darà la possibilità di rinforzarci ma stiamo già bene così.

Infine, una battuta sulla prossima corsa scudetto, che si preannuncia quest'anno più equilibrata rispetto alle passate stagioni. "Sono arrivati giocatori importanti, ma per 10/11 siamo rimasti gli stessi". Darò tutto per la Juve, ma sarà comunque una stagione difficile. Anche il Napoli e la Roma si sono rinforzate, il campionato sarà complicato.