Formula E, Bird brinda a New York

Formula E, Bird brinda a New York

Bruto Chiappetta
Luglio 18, 2017

Nelle due gare newyorkesi, precisamente la nona e la decima della stagione, il Team DS Virgin Racing affronterà due competizioni, rispettivamente di 43 e 49 giri, su una pista di 1,953 km formata da 10 curve dove si toccherà una velocità massima di 195 km/h.

Il gruppo ha partecipato alla cerimonia di chiusura della seduta di Borsa e ha posato per le foto nella balconata che affaccia sulla sala delle contrattazioni di Wall Street, insieme ad alcune delle star del campionato FIA Formula E - il primo vincitore del campionato di Formula E e pilota della NextEV NIO, Nelson Piquet Jr, e Felix Rosenqvist, il vincitore della gara Berlin ePrix per la Mahindra Racing.

Ci ha pensato Richard Branson a fare da ponte tra il deserto del Mojave e New York. In forza alla Ferrari nel Mondiale Endurance, la presenza del 30enne britannico è stata a lungo in forse, tanto che ancora a Berlino, Alex Tai, il team principal, spiegava di essere in attesa della 24 Ore di Le Mans di metà giugno per capire a quale line-up si sarebbe potuto affidare in America. Il primo fine settimana a New York della Formula E non poteva andare meglio per la scuderia DS Virgin.

"Dopo la vittoria in rimonta di sabato, Bird si è così ripetuto domenica, primeggiando fin dal mattino nelle libere, conquistando la SuperPole e cedendo la leadership della gara a Felix Rosenqvist solo nei primi undici giri, per poi chiudere con 11" di margine sullo svedese. "Il pit stop era un momento chiave, ma abbiamo scelto i tempi giusti e siamo rientrati al comando".

Due successi, due pole. "E ha funzionato molto bene".

A New York Bird ha marcato 53 punti, più di quanto totalizzato nei precedenti otto round (47), balzando al quarto posto in classifica, a sole quattro lunghezze da Rosenqvist (+16 su Prost) e ancora in corsa almeno matematicamente (per un solo punto) per il campionato. Questo prima che problemi al cambio lo costringessero al ritiro.

Le aspettative erano già piuttosto alte già prima delle due gare in programma, quando Alex Lynn, rookie della serie, andava ad imporsi davanti a tutti facendo segnare la Super Pole. Lucas Di Grassi, pur non esaltando ha chiuso con un positivo 4° posto, recuperando terreno in classifica.