Calciomercato Roma, Totti resta in giallorosso:

Calciomercato Roma, Totti resta in giallorosso: "Farò il dirigente"

Quintino Maisto
Luglio 17, 2017

Si fa fatica a digerire una Roma senza Totti.

Inizierei dalla fine. Dal 28 maggio del 2017. Il rettangolo di gioco mi ha dato tanto e ho cercato di dare tanto per la gente che mi ha dato tanto amore. Lo porterò sempre con me. Sarà difficile spiegare sensazione ed emozioni che ho provato quel giorno.

È finita una prima parte della tua vita, ora ne inizia un'altra. Adesso ne inizia una più importante da dirigente sperando di fare quello che ho fatto per molto tempo. E' stato bello giocare. La mia passione, il calcio per me è tutto: divertimento, amicizia, conoscere persone nuove, una cosa che tocca qualunque cosa importante. Non avrei mai terminato quella partita, quella giornata.

Totti era disponibile ma tuttavia ha detto Hanyu a Nikkan Sports "non ha ottenuto il benestare da sua famiglia" con la moglie Ilary Balsi in testa. Ha racchciuso 25 anni di storia con la Roma. "E' stata comunque un'esperienza di apprendimento preziosa, anche se non ci siamo neanche seduti a discutere".

Adesso, parole tue, si fa sul serio? Parliamo di due cose ben differenti.

Da dove si riparte ora?

Parla di "nuova avventura", l'ex capitano giallorosso. Ho preso questo tempo per riflettere, e quel tempo mi servirà per capire e entrare in questa società, capire il ruolo che mi si addice di più.

"Mi metterò a disposizione a 360 gradi", - continua - dal settore giovanile fino al presidente. E' normale che mi ci vorranno 6 mesi, un anno o due, non so quanto tempo mi ci vorrà per capire quello che potrò fare davvero.

C'è qualcuno che vuoi ringraziare?

"Non è facile pensarci adesso, ci sono ex calciatori che quando giocavano già pensavano cosa potesse riservargli il futuro". Con tutti. Ho la fortuna di conoscerli abbastanza bene, chi più chi meno. Quando cambi tipo di lavoro entri sempre in punta di piedi.

Ma nelle ultime ore sono giunte rivelazioni clamorose ad opera del presidente del Tokyo Verdy, Hideaki Hanyu. Voglio essere tutto e niente, un personaggio importante per Roma e capire quello che mi piacerebbe fare.

Ho parlato con Di Francesco? La sua casa è e resterà sempre Roma, anche fuori dal campo. Poi la conclusione: "Come dovrete chiamarmi?"