Bertolacci:

Bertolacci: "Il Genoa la mia seconda casa, torno per riscattarmi"

Minervino Buccola
Luglio 17, 2017

Nuova avventura per Andrea Bertolacci al Genoa. Poco importa, adesso la testa è tutta sul presente. Queste le sue dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa: "Per me il Genoa è una seconda casa". Sentire l'affetto dei tifosi e la voglia che ci sta dopo un anno difficile è stato un motivo in più.

Diverse furono le sorprese in quella squadra, capaci poi di affermarsi anche nelle stagioni successive: il terzino Antonelli è finito al Milan, gli esterni Iago Falque e Perotti sono stati acquistati dalla Roma, col primo poi girato al Torino, il centravanti Pavoletti si è confermato tra le fila dei liguri per poi passare lo scorso gennaio al Napoli, in attesa di una definitiva consacrazione che con la maglia azzurra finora non è mai arrivata e che potrebbe arrivare, stando così le cose, solo con un eventuale addio - o un arrivederci - ai partenopei. Sono veramente felice. Io vi ho sempre seguito perché il mio cuore è rimasto qui e vedervi da fuori in difficoltà è stato un grande dolore. "A Milano mi è mancata continuità e questo mi ha penalizzato".

E ieri l'Acg, l'Associazione dei club genoani, oltre ai prezzi, ha contestato anche il video realizzato dalla società rossoblù per promuovere la campagna abbonamenti. Al Genoa sicuramente troverà lo spazio che merita, secondo noi ottimo acquisto per il prossimo fantacalcio! Cercherò di mettermi a disposizione non solo in campo ma anche fuori. C'è il giusto mix che serve a qualsiasi squadra: qualità, quantità e corsa. So però che le dinamiche di mercato possono far partire anche i giocatori più importanti. In carriera ho ricoperto più ruoli. Lì dove in passato è riuscito ad esprimere il suo miglior calcio.