Mafia: foto Riina in ristorante a Tenerife, figlio 'Italiani famosi' (2)

Mafia: foto Riina in ristorante a Tenerife, figlio 'Italiani famosi' (2)

Prospera Giambalvo
Giugno 20, 2017

"Grazie amici miei!". Un messaggio scritto anche in inglese. "Alcuni miei grandi amici della Romania si sono trovati in questo ristorante e guarda guarda che fotografia c'era sulla parete assieme ad altri personaggi italiani famosi nel mondo..." Se, quindi, un manipolo di utenti Facebook si associa alla felicità del figlio del boss, per fortuna altri si indignano è fanno notare come sia assurdo celebrare un pluriomicida: "Quello che mi fa più schifo è tutta la gente che scrive 'zio Toto' Number one!", un altro scrive: "A me non fa tanto effetto vedere il figlio del pluriomicida esultare per il ritratto del papà appeso in un ristorante, quanto leggere i commenti al post di tutte quelli che lo ritengono un grande". Dei giorni scorsi il caso della sorella Lucia che aveva chiesto il bonus bebe' in relazione a un presunto stato di difficolta' economica della figlia del capo dei capi: la commissione prefettizia di Corleone ha detto di no.

Ma non si tratta della sola uscita social per Salvo Riina, che su Facebook è uso promuovere il suo libro Riina Family Life, il racconto della storia del padre dal punto di vista del figlio, recentemente al centro di una querelle riguardante il suo stato di salute. Atteggiamenti che rafforzano la convinzione della Procura di Palermo sull'attualita' della pericolosita' sociale di Salvo Riina, ritenuto ancora capace di esercitare una influenza.

Riina ha risposto in maniera molto pragmatica: "Ci sono sempre delle persone che millantano il mio nome, forse per avere dei vantaggi personali". Con queste motivazioni, il tribunale di Sorveglianza di Padova lo scorso 29 marzo ha respinto l'appello di Riina junior che chiedeva la sospensione della proroga di quattro mesi della sorveglianza speciale.