Festa Europea della Musica a Sutri

Festa Europea della Musica a Sutri

Aldobrando Tartaglia
Giugno 20, 2017

Un grande evento che porta la musica in ogni luogo. La biblioteca comunale di Villanova del Ghebbo e la Pro loco hanno voluto, insieme all'amministrazione comunale, aderire alla festa della musica che si celebra in tutta Europa e di cui il maggior promotore è il ministero dei Beni culturali. Mallandrino. Alle 20, alla Caserma "Ainis", in via Taormina 63, un susseguirsi di momenti musicali di vario genere, con la Banda della Brigata Aosta, Luciano Troja, Melo Mafali, Felicia Bongiovanni, David Carfì e l'orchestra del liceo musicale Ainis, coro Migrantes e numerosi altri artisti. Non sarà, in effetti, qualcosa di molto diverso da quanto accade spesso, soprattutto nel fine settimana, quando numerosi ragazzi e ragazze si ritrovano ad animare le piazze della nostra città, a cominciare proprio dal Duomo, suonando, cantando e ballando, con spirito di condivisione.

"Noi che siamo istituzione di alta formazione musicale, accogliamo decisamente l'esortazione che condividiamo". Un grazie a tutti i colleghi docenti, al personale amministrativo, alla direttrice amministrativa Mirella Colangelo, al presidente Domenico de Nardis, al personale coadiutore per lo sforzo organizzativo, agli studenti che arricchiranno questa giornata con la loro vitalità e la loro passione. Una vera e propria no-stop dedicata alla musica in tutte le sue forme: la musica dal vivo verrà infatti intervallata da "ascolti guidati" aperti a chiunque voglia raccontare e far ascoltare la propria musica, e dalla lettura di passi inerenti a temi legati al mondo della musica, alla storia e ai personaggi che l'hanno caratterizzata.

In concorso con la Festa, l'Associazione Culturale Darshan col patrocinio del Comune di Catania propone attraverso la Festa Europea della Musica una riqualificazione di alcune aree della città.

Per ricordare la immane tragedia del terremoto del 24 Agosto 2016 che ha colpito il territorio di Amatrice e per ricordare Anna Grossi, studentessa del Conservatorio, anch'essa scomparsa quella nefasta notte, l'Associazione "Il sorriso di Filippo", nata per volere della famiglia del giovane Filippo Sanna, deceduto anch'egli a causa del terremoto, ha istituito due Borse di Studio del valore di 1000 € cadauna intitolate a Anna Grossi, destinate a studenti flautisti e fisarmonicisti del Conservatorio "Alfredo Casella" dell'Aquila, per sostenerli nel proseguo dei loro studi.