Cafu:

Cafu: "Mi sarebbe piaciuto giocare nel Napoli di Sarri. Milan, spalle forti"

Minervino Buccola
Giugno 20, 2017

Cafù, storico terzino brasiliano rimasto nella storia del calcio italiano dopo aver militato nel Milan e della Roma, ha elogiato ai microfoni de Il Mattino il Napoli di Maurizio Sarri: "Mi sarebbe piaciuto moltissimo giocare in questa squadra: mi troverei benissimo in questo sistema votato allattacco dove tutti i giocatori devono sapere fare bene le due fasi".

Ma non è finita qui, Cafu non si è limitato ad elogiare il tecnico dei partenopei, ha rivolto le proprie considerazioni anche ad uno dei protagonisti di quest'annata del Napoli: "Dries Mertens è stata una sorpresa e anche in questo caso il merito è tutto di Sarri, la trovata di metterlo a fare il falso nove è stata il punto forte di questa squadra. È uno che torna tanto, ma allo stesso tempo sa fare gol". "Lavoreranno di sicuro per arrivarci di nuovo".

MILAN – “Mi aspetto che possa tornare competitivo per vincere in Italia e in Europa come abbiamo fatto ai miei tempi. Hanno vissuto dei periodi un po' problematici, certo, ma restano una grande società. "Anche ad altri club è capitato di attraversare momenti così, ma se hai le spalle forti ne vieni fuori alla grande".

TOTTI – “Ho visto laddio in tv ed è stato molto emozionante. Francesco è un ragazzo intelligente e sa benissimo quello che deve fare.

Non è solo la piazza azzurra ad amarlo, tutti gli appassionati di calcio e i colleghi si dicono incantati dal Napoli di Maurizio Sarri, o meglio dal calcio che il tecnico è riuscito a trasmettere alla squadra. Sarà sempre un campione. "Io posso solo dire che ha il calcio nel sangue e secondo me resterà nel mondo del calcio".