Brexit ei Negoziati: Linea Morbida? Difficile a Dirsi

Brexit ei Negoziati: Linea Morbida? Difficile a Dirsi

Prospera Giambalvo
Giugno 20, 2017

È impossibile prevedere per quanto ancora Theresa May riuscirà a ricoprire la carica di Primo ministro. Volendo fare un pronostico sull'esito dei negoziati per la Brexit, però, le domande che contano non hanno più molto a che vedere con la sopravvivenza di Theresa May sulla scena politica. "L'intero processo porterà a una risoluzione felice del rapporto, con profitto e onore per entrambe le parti".

Nel settembre scorso, ad appena tre mesi da quando è diventata Prima ministra, May ha colto di sorpresa la comunità internazionale escludendo categoricamente l'opzione AEE e dichiarando alla conferenza annuale del partito conservatore che coloro che si definiscono "cittadini del mondo" in verità sono "cittadini del nulla", e che la libertà di circolazione nell'Ue prevista dall'adesione all'AEE di conseguenza era inaccettabile.

Dalla riduzione del 6,8% delle esportazioni alimentari al taglio del 12,7% del tessile fino al calo del 13,6% dei macchinari l'effetto Brexit si fa sentire sui simboli del Made in Italy in Gran Bretagna dove complessivamente si registra un brusco contenimento dell'8% nelle esportazioni di prodotti italiani.

"Ora, dopo questa elezione, bisognerà prendere in considerazione anche il punto di vista di coloro che desiderano restare nella Ue e optare per una Bexit soft: una Brexit dura non è stata approvata dall'elettorato", aveva detto John Major in un'intervista alla radio della BBC. Ma anche per il calo di popolarità di May tra i britannici, e tra gli stessi Tories: iniziato con il flop alle elezioni (i Tories hanno vinto, ma non sono riusciti ad aggiudicarsi la maggioranza assoluta), e andato avanti con la tragedia dell'incendio che ha investito la Grenfell Tower di Londra. Si trincererà su posizioni oltranziste per nascondere la loro debolezza? Taluni giuristi che la ritengono ammissibile (non a caso, inglesi) affermano che il Regno Unito, così come ha unilateralmente notificato il recesso, potrebbe altrettanto unilateralmente revocarlo, se ciò fosse deciso in maniera conforme alle norme interne britanniche. Addio dunque anche al mercato unico e all'unione doganale.

Sono iniziati, lunedì a Bruxelles, i negoziati per la Brexit.

Per gli altri Paesi dell'Ue, un negoziato per la Brexit basato sull'affiliazione all'AEE dovrebbe essere perfettamente accettabile, addirittura gradito.

Ci sono altre "questioni importanti - ricorda - che riguardano le Agenzie che dovranno lasciare il Regno Unito, compresa l'Agenzia del farmaco con Milano città candidata e la questione dell'Irlanda del Nord".