Afragola, la rivolta del quartiere contro un arresto: sei poliziotti feriti

Prospero Rigali
Giugno 20, 2017

L'uomo, come hanno accertato gli agenti, dopo aver rapinato lo scooter ad un ragazzo di Cardito, lo ha contattato per stabilire il prezzo da pagare per riavere il mezzo a due ruote. All'appuntamento concordato per la consegna del cosiddetto "cavallo di ritorno", si sono presentati i poliziotti in borghese, i quali hanno riconosciuto nel conducente del motociclo rubato alla vittima un pluripregiudicato per reati conto il patrimonio, B.E di anni 24, che, alla vista degli operanti, si dava a precipitosa fuga verso il Rione Speranza insieme al Tuppo, autore della rapina. Inseguito, è stato poco dopo raggiunto e bloccato, nonostante avesse provato a confondersi tra la folla ed a reagire con violenza all'arresto. Ad inscenarla, le donne del quartiere che hanno aggredito a colpi di tacchi a spillo, sputi, spintoni ed oggetti contundenti sei poliziotti del commissariato del Rione Salicelle. Il successivo intervento degli agenti del Commissariato Frattamaggiore e dei Carabinieri del posto ha consentito ai poliziotti del Commissariato Afragola di poter arrestare Mariano Tuppo e di portarlo in ufficio, dove tra l'altro, appena giunto, ha distrutto delle suppellettili. Il motociclo è stato recuperato e subito restituito al proprietario.

La zona delle case popolari di Afragola, quei palazzoni chiamati i 'Mattoni' che sono il regno del clan Moccia, è stato teatro oggi di una vera e propria rivolta contro le forze dell'ordine.

I sei poliziotti si sono recati al pronto soccorso dell'ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore per le cure del caso, fortunatamente nulla di grave.