Previsioni Meteo per il 17 giugno 2017

Previsioni Meteo per il 17 giugno 2017

Aldobrando Tartaglia
Giugno 19, 2017

Da domani pomeriggio, la rimonta dell'alta pressione sul Mediterraneo Occidentale, garantirà nuovamente tempo bello e stabile, con temperature in aumento e su valori piuttosto elevati per la prossima settimana. La media sarà quasi sempre intorno ai 35 gradi: i giorni in cui le temperature scenderanno sotto i 30 saranno pochissimi.

E per il prossimo mese di luglio, anche se è ancora presto per fare previsioni, spiega Marina Baldi, "le tendenze che riusciamo ad individuare grazie ai sistemi previsionali", sembrano indicare che le temperature saranno più alte della media, "la persistenza del geopotenziale, quindi delle alte pressioni su tutta la regione euro-mediterranea, indica infatti una tendenza di temperature più alte rispetto alla media stagionale", conclude. Il calo più evidente delle temperature si avrà domani (domenica), riguarderà tutto il paese e sarà sensibile sul versante adriatico; al Centrosud il calo termico sarà accompagnato da una moderata ventilazione da Nord. Vediamo nel dettaglio come sarà il meteo. Nelle prime ore del mattino possibili piogge isolate tra il sud della Calabria ed il nordest della Sicilia; nel pomeriggio qualche nube su Sardegna e Sicilia centromeridionali. Temperature: In lieve diminuzione, specie nelle zone interessate dai fenomeni temporaleschi. Temperature comprese tra +19°C e +35°C.

La media delle temperature sull'Italia sarà superiore di almeno 2/3 gradi alla norma. La sensazione è che ormai l'estate sia davvero pronta a prendere il sopravvento con gli ultimi temporali al nord di questi giorni che chiudono la primavera in via definitiva.

Tempo stabile al Nord con cieli sereni o poco nuvolosi al mattino e durante il corso della giornata eccetto piogge o rovesci sul Triveneto al pomeriggio e in serata. "Quest'anno la maggiore propensione ad anticipare le partenze è favorita - sottolinea l'associazione - dal positivo andamento climatico, con una primavera che si classifica al secondo posto tra le più calde da oltre 200 anni".