Milan, parla Raiola:

Milan, parla Raiola: "Donnarumma? Ecco la verità!"

Minervino Buccola
Giugno 19, 2017

Mirabelli, infine, svela di aver parlato con Donnarumma dopo la decisione del giocatore di non rinnovare il contratto. Avremo mai una risposta a questa domanda?

"Se per caso ci ripensasse, non solo sarebbe accolto a braccia aperte dal Milan società, ma alla fine credo anche dai tifosi del Milan". Se Donnarumma sarà giudicato per le sue qualità non perde l'anno se invece ci sono altre situazioni che costringono l'allenatore a prendere certe decisioni allora forse lo perde.

Ora la palla è al Milan che, spalle al muro, sembra deciso a tenere il giocatore fino alla scadenza del contratto e, secondo quanto è trapelato dalla società, con la possibilità di farlo allenare in settimana e mandarlo in tribuna alla domenica. "Con Fassone non c'è alcun problema e possiamo sempre parlare anche se non vedo come possa cambiare questa situazione". "Io se penso che potrebbe fare un anno in tribuna, penso che sia mobbing".

L'amministratore delegato del club meneghino, Marco Fassone, in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera, ha spiegato: "Siamo addolorati per questi estremi che il calcio genera". Ma c'è anche l'etica negli affari: in questo modo la società viene danneggiata, perderemo 100 milioni. "Di certo non si farà in tempi brevi". Quando arrivi a parlare di quello siamo al 90% del contratto. Fra questioni morali, professionali ed intrighi di mercato, Mino Raiola è intervenuto per raccontare la sua verità sulla vicenda che ha scatenato numerose polemiche.

La volontà del giovane portiere di non prolungare il suo rapporto lavorativo con il club rossonero, ha scatenato numerose speculazioni sul futuro della più rosea promessa del calcio italiano. Il raduno è il 3 luglio, due settimane sono il minimo.

"Al momento non abbiamo intavolato nessun discorso con altre squadre, se capiterà informerò il Milan che deciderà di conseguenza". Se mi avesse detto a metà agosto che non voleva rinnovare, io che avrei fatto?