Italiano porta soccorso a manifestanti: arrestato in Venezuela dalla polizia

Italiano porta soccorso a manifestanti: arrestato in Venezuela dalla polizia

Prospera Giambalvo
Giugno 19, 2017

Risulta essere ancora rinchiuso in un carcere militare, la notizia è stata confermata nelle scorse ore dalla Farnesina, che sta seguendo il caso. Il consolato di Caracas è in contatto costante con la famiglia e il legale del connazionale e sta cercando di organizzare una visita, secondo le fonti.

Un ragazzo italo-venezuelano di 25 anni, originario di Molfetta, Angel Faria Fiorentini, è stato fermato in Venezuela, a Chacao, nel corso di una manifestazione contro il presidente Maduro. Al momento si trova in un posto di comando della guardia nazionale venezuelana a Chacao, un distretto della capitale.

Gli avvocati del molfettese parlano di una imboscata e di qualcosa montato ad arte e comunque Angel sarebbe estraneo alle accuse: in Italia studiava canto mentre lì era diventato paramedico. Ora Angel, madre italiana e padre venezuelano, rischia tantissimo. Davanti a loro un tavolo con sopra le presunte "armi" che avrebbero utilizzato durante un assalto a un Ministero: bottiglie con benzina, caschi, pietre. Proprio oggi Italia e Spagna lanciano un appello al Governo venezuelano, tramite una lettera pubblicata dal Corriere della Sera firmata da Gentiloni e Rajoy, affinché Maduro riconsideri la sua decisione di indire una costituente che "divide il Paese invece di unirlo". "Chiediamo che Maduro e il suo governo non reprimano il dissenso, rispettino la separazione dei poteri e la legittimità democratica dell'Assemblea nazionale così come i diritti umani, incluso il diritto a manifestare pacificamente".