Green Day, il punk accende i motori

Green Day, il punk accende i motori

Quintino Maisto
Giugno 19, 2017

È andata più che bene, ieri. E poi un omaggio che si incrocia benissimo con l'Italia e con questa edizione del Summer Festival: il tema de "Il buono, il brutto, il cattivo", composto da quell'Ennio Morriconeche sarà uno degli artisti più attesi fra quelli che calcheranno il palco del Summer 2017. Il secondo dei due, Martijn Gerard Garritsen altrimenti detto Martin Garrix, anche se su scala minore, sta seguendo a piede veloce i fasti di chi lo seguirà sul palco monzese, visto che, tanto per cominciare, a soli vent'anni ha già venduto oltre dieci milioni di album.

I Green Day con Billie Joe Armstrong, Mike Dirnt e Tre' Cool propongono una carrellata di pezzi elettrici pescati dalla ormai lunga carriera e dall'ultimo lavoro, Revolution Radio, dodicesimo cd del gruppo.

"Abbasso Donald Trump e viva l'Italia".

Alle 16.30 invece hanno avuto spazio alcune band italiane dal sound alternativo, gli Shandon infatti hanno preceduto i Tre Allegri Ragazzi Morti, seguiti a loro volta dai Rancid.

Alle 23.30, dopo avere concluso la malinconica, meravigliosa canzone "Time of your life", in concomitanza con qualche goccia di pioggia che è scesa per poi smettere poco dopo, il saluto finale e tutti a casa. Certo, l'organizzazione ci deve guadagnare, deve pagare le persone che lavorano all'evento, ma credo ci sia un limite, no? Non prima di avere esaurito i token a disposizione e, per i più nottambuli, ballare ancora nella discoteca messa a punto nella tensostruttura all'opposto del palco centrale.

La line up della giornata vede protagonisti anche i Bastille, uno dei nuovi nomi simbolo della musica britannica e dalla Finlandia la biondissima cantautrice dalla voce soul ALMA dopo che a scaldare l'atmosfera ci avrà pensato il format Mamacita. La band inglese, che si è esibita alle 21.30, è stata preceduta dai Santa Margaret, dagli Ex-Otago, da Michael Kiwanka e da James Blake. Tenuto conto dei timori e dei pericoli derivanti dalla nutrita presenza di spettatori in un unico luogo, non è stato tralasciato nulla: sono state previste meticolose operazioni di filtraggio, bonifica e controllo, nel rispetto di un target che resta quello della massima allerta.