FINALE CHAMPIONS LEAGUE - Scintille nello spogliatoio della Juventus. Bonucci non voleva Barzagli

FINALE CHAMPIONS LEAGUE - Scintille nello spogliatoio della Juventus. Bonucci non voleva Barzagli

Minervino Buccola
Giugno 19, 2017

Il presunto screzio tra Allegri e Bonucci, con l'ipotetica partecipazione di Barzagli, apre poi un nuovo filone di pensieri e si inserisce nell'attuale contesto delle voci che vorrebbero il viterbese lontano dalla Juventus nella prossima stagione. Su Alves c'erano già dei sospetti, perché a Torino non s'è mai integrato davvero, ma intanto il suo possibile addio (Guardiola lo vuole al City) è piuttosto rumoroso: ha suggerito a Dybala di cambiare aria, se vuole salire di livello, e ha criticato la società per la gestione della finale di Cardiff: "Il Real ha vinto perché i giocatori hanno avuto le famiglie vicine, le nostre hanno potuto solo andare allo stadio ". La reazione di Barzagli non sarebbe stata delle migliori. Il quotidiano La Repubblica ha svelato un clamoroso retroscena su ciò che sarebbe accaduto nello spogliatoio bianconero durante l'intervallo del match.

Lo scorso 18 febbraio era andata in scena una lite tra Massimiliano Allegri e Leonardo Bonucci, culminato nella decisione dell'allenatore della Juventus di confinare in tribuna il suo leader difensivo nella delicata partita di Champions League contro il Porto. "Bonucci avrebbe consigliato ad Allegri di sostituire Barzagli con Cuadrado per contrastare meglio Marcelo e Barzagli che avrebbe invitato il compagno a farsi gli affari propri". Marotta smentisce che ci siano state scintille: "Si è parlato solo delle cose da fare in campo, io c'ero". Situazione non semplice: primi scricchiolii in casa Juve?