Chi sarà il nuovo portiere del Milan dopo Donnarumma?

Chi sarà il nuovo portiere del Milan dopo Donnarumma?

Minervino Buccola
Giugno 19, 2017

I cinesi e Fassone non hanno intenzione di svendere il giocatore, e in mancanza di offerte congrue, il club potrebbe decidere di sacrificare qualche milione pur di dare un segnale ai giocatori, a Mino Raiola, agli altri procuratori. E' questo il caso di Marek Hamsik, talento slovacco in forza al Napoli che pochi anni fa diede il ben servito proprio al noto procuratore. Si sa che i rapporti tra il Milan e la società di Preziosi sono sempre stati ottimi e questo fattore potrebbe giovare e non poco, al buon esito della trattativa. L'addio di Gigio Donnarumma ha lasciato l'amaro in bocca ai tifosi rossoneri che cercano adesso di capire chi sarà il loro numero uno. Il giovane ha deciso che non rinnoverà con il club di Milano e l'annuncio è arrivato dall'Amministratore Delegato Fassone, che poco prima ha incontrato Mino Raiola per ricevere la brutta notizia e tramandarla poi alla stampa direttamente da Casa Milan. Oltre al lato romantico c'è di più: serve un portiere in grado di essere il titolare del Milan che vorrà.

Raiola motiva il 'no' di Donnarumma al rinnovo incolpando il Milan, col Real Madrid (unica pista percorribile) i contatti sono partiti da tempo.

Le plusvalenze sono ormai così entrate nel linguaggio, per non dire nell'ideologia, comune che è anche nato un fantasy game dedicato al calciomercato, Transferchampion, con possibilità per tutti di diventare direttori sportivi e di fare meglio di Mirabelli e Ausilio. Finivest, allora, chiama gli americani di Elliott, legati a Goldman Sachs, che anticipano i 300 milioni di euro ai cinesi, i quali si impegnano a restituire la cifra in 1 anno. Soluzione interna con Alessandro Plizzari, ma sembra un discorso ancora prematuro. Gli ultimi due nomi, ma meno appettibili, sono quelli di Sirigu (di proprietà del Psg, in prestito all'Osasuna) e Hart, che ha giocato l'ultimo campionato a Torino in maglia granata.