Cei,ok ius soli. Lega,pensate a italiani

Cei,ok ius soli. Lega,pensate a italiani

Prospera Giambalvo
Giugno 19, 2017

Continua lo scontro pre-elettorale sullo ius soli, , che vede in qualche modo 'alleati' la Lega di Salvini e i 5 stelle di Grillo, con l'onda polemica che si è estesa ovviamente al governo e al Pd. "Sono cose così importanti sulle quali o ci si confronta o si affossa una realtà molto importante".

"Stupisce la netta presa di posizione della CEI che invoca l'approvazione della legge che introduce ius soli e ius culturae e regala la cittadinanza ad almeno un milione di immigrati anche se potrebbero essere il doppio", si aggiunge Roberto Calderoli "Stupisce perché raramente dalla CEI abbiamo sentito prese di posizione altrettanto dure davanti a problemi che affliggono gli italiani" come la disoccupazione. E ci sta pure. "Non ho mai incontrato Di Maio e Casaleggio". "E ora fa politica unicamente per rincorrere il proprio successo, perché vuol fare solo il proprio interesse". Il monsignore se la prende poi con i partiti politici che "inseguono l'antipolitica", l'"errore più grande" secondo il portavoce dei vescovi che sottolinea come Papa Francesco inviti i partiti a fare "la politica con la 'P' maiuscola". "Cari vescovi, pensate agli italiani senza lavoro, casa e pensione dignitosa e lasciate che sia il Pd a pensare a coltivarsi il bacino elettorale degli immigrati..."

"La Cei si è sempre distinta per aver difeso gli ultimi, i deboli, le persone emarginate e quindi penso che non meriti questi attacchi". "C'è ancora qualcuno - prosegue Grasso - che non crede si possa difendere contemporaneamente chi è disoccupato e chi è migrante".

E' proprio il vicepresidente della Camera a ridurre la questione dello Ius soli mera propaganda del Pd, interpretazione non distante da quella di Calderoli.