Alla figlia di Riina niente bonus bebè

Alla figlia di Riina niente bonus bebè

Aldobrando Tartaglia
Giugno 19, 2017

Il Comune di Corleone e l'Inps hanno rifiutato a Lucia Riina, la più giovane dei quattro figli del boss di 'Cosa nostra' (nuovamente al centro della cronaca per la sentenza della cassazione), la richiesta per ottenere il bonus bebé. Il Comune, sciolto per mafia e retto da tre commissari, ha però risposto di "no", sottolineando che la domanda della 35enne è stata ritenuta "incompleta". Le proprietà a cui fa riferimento sono infatti intestate al nipote.

Lucia Riina si è stabilita a Corleone nel '93 dopo l'arresto del padre.

Lucia Riina è una pittrice ed è l'unica dei figli del capo di Cosa Nostra che continua a vivere a Corleone, dove abita anche la madre Ninetta: l'altra figlia di Riina, Maria Concetta, si è invece trasferita con il marito in Puglia, mentre, quanto ai figli maschi, Giovanni sta scontando l'ergastolo e Salvo ha l'obbligo di soggiorno a Padova, da dove promuove il suo libro "Riina family life". Lucia rivendica la normalità che ha conseguito con il marito: dice di esser riuscita a dare forma e concretezza al suo sogno di bambina, disegnare, e a quello di avere un lavoro onesto, dignitoso, positivo, ed espressivo-creativo. "Ma i leoni rimangono leoni, i cani rimangono cani" (140 like e 66 condivisioni).