Grillo non ci sta:

Grillo non ci sta: "Noi finiti? Illusi"

Prospera Giambalvo
Giugno 13, 2017

Grillo rivendica la crescita "lenta ma inesorabile" del Movimento 5 Stelle e attacca gli altri partiti, Pd in primis: "Gli altri partiti si sono camuffati, soprattutto il Pd che si è presentato in circa metà dei comuni rispetto al MoVimento". "Noi continuiamo ad andare avanti per la nostra strada". Senza le liste civiche Renzi "avrebbe faticato a mettere anche solo qualche consigliere comunale!" "Vuol dire che ci voterete di nascosto", dice parlando del candidato Luca Pirondini, nominato dopo il problema delle comunarie annullate e del caso Marika Cassimatis "scomunicata" in corsa.

"L'importante è non mollare mai", rimarca Grillo, che conclude il post con una citazione di Nikola Tesla: "I nostri successi e i nostri fallimenti sono tra loro inscindibili, proprio come la materia e l'energia". E ancora: "Il MoVimento 5 Stelle, con coerenza, si è presentato in tutte le città da solo e candidando le nostre persone, senza calcoli elettorali". In molte città, come a Palermo, siamo la prima lista, abbiamo confermato Roberto Castiglion sindaco di Sarego, facciamo gli auguri al neosindaco di Parzanica e ce la giochiamo al ballottaggio in una decina di comuni, tra cui Carrara.

Di Battista: "Speravo in meglio, ora più impegno". La colpa è di Beppe Grillo, che ha consegnato in mano alla destra l'amministrazione di Genova. Quindi sotto a lavorare. Lo scrive su Facebook Alessandro Di Battista commentando i risultati del voto in mille comuni.

A livello regionale i riflettori erano puntati su Genova dove crolla il M5S, ma il PD, che da sempre considera la Città della Lanterna un suo punto fermo, non può certo essere soddisfatto considerato che al primo turno è superato, e anche nettamente, da Bucci candidato del Centrodestra.

Un voto che fino a ieri sera non interessava granchè, tv assente, media silenti, adesso improvvisamente diviene il capoliena del populismo: l'Italia si scopre bipolare, i partiti tradizionali esulatano, salme che credevamo mummificate, sorridono tirate. Questo è responsabilità di chi ha fatto saltare il banco. Nei prossimi giorni vi farò sapere dove sarò a dargli una mano.