B.Berlusconi,dedicata a Fondazione Milan

B.Berlusconi,dedicata a Fondazione Milan

Aldobrando Tartaglia
Giugno 12, 2017

"So che mio padre si sente con Fassone per dare consigli". Mi auguro che il Milan, attraverso questa nuova gestione, possa ritrovare la Champions, il palcoscenico naturale per un club come questo, sia per le vittorie, perché da tifosi vogliamo vincere, che per un motivo economico riguardante la crescita dei fatturati. "Mi piace il fatto che siano andati in giro pe l'Europa a vedere i giocatori, a tessere relazioni con i più importanti club europei e soprattutto che stanno parlando in modo trasparente ai tifosi".

E' rimasta l'unico elemento di continuità tra la vecchia e la nuova proprietà del Milan: nel ruolo di presidente di Fondazione Milan Barbara Berlusconi parla a Premium ed esprime un desiderio a margine dell'evento 'Sport For All': "Io ritengo che oggi il Milan come mai abbia bisogno di una bandiera e penso che Donnarumma possa essere la bandiera per il futuro del Milan". Per il semplice fatto che il Milan fa sempre parte del suo cuore e della sua vita. "Ancora adesso chiama spesso Fassone per confrontarsi".

Con la nuova proprietà il Milan punta a espandersi in Oriente: "Mi auguro che il club possa da un punto di vista commerciale e del brand far crescere i fatturati - dice Barbara Berlusconi -". Stanno facendo un calciomercato interessante, trovando i calciatori nei ruoli in cui servono.Mio padre è addolorato.

Su questo fronte, Barbara rimarca l'importanza di uno stadio di proprietà: "Fassone farà la scelta migliore ma secondo me è fondamentale avere lo stadio di proprietà, è il primo asset che permette ai tifosi di vivere il club con passione".

"Sono completamente dedicata ai progetti di Fondazione Milan e sono soddisfatta dei nostri risultati". "È stata una decisione dolorosa ma condivisa in famiglia e la più giusta. Capisco che si tratti di una trattativa molto delicata e complicata, ma spero che Donnarumma continui a vestire la maglia rossonera a lungo".