Conte addio Inter, resta al Chelsea

Conte addio Inter, resta al Chelsea

Minervino Buccola
Mag 26, 2017

L'allenatore del Chelsea ha dichiarato in un'intervista al Corriere della Sera: "Le proprietà straniere in serie A?" 'Con mia moglie abbiamo preferito aspettare i primi sei mesi. A gennaio si sarebbe potuta trasferire, ma non volevamo far lasciare la scuola a metà anno a mia figlia. "L'anno prossimo la famiglia si trasferisce a Londra". Ho ancora due anni di contratto, dimostrano di apprezzarmi, condividono le mie idee e il mio progetto. non è questione se Abramovich mi accontenta... La vittoria non cancella le difficoltà però soddisfa me e la squadra. "La base ora c'è, bisogna puntellarla e migliorarla". Futuro londinese dunque. Fu proprio questa sconfitta che portò Conte a passare dalla difesa a 4 alla difesa a 3 come alla Juventus.

Chelsea, a tutto Conte - "E' bravo, però... ha vinto solo in Italia". Adesso ho vinto in Inghilterra e diranno: "E' bravo, però... vediamo se si riconferma".

A migliorare invece è il possesso palla della difesa, dovuto alla costruzione del gioco che con la difesa a tre può partire da dietro (come accadeva e accade tutt'ora alla Juventus con Bonucci, e forse non è un caso che Conte lo abbia cercato per portarlo con sé a Londra).

Ci sono anche considerazioni sull'impresa dei suoi uomini e sui dubbi iniziali: "Sinceramente non mi aspettavo di iniziare così. Qui c'è condivisione di un progetto, sanno che la rosa va rinforzata". "Se corpo e mente gli rispondono, ed è pronto ad andare al campo ogni giorno, perché dovrebbe smettere?" Lui ama il Chelsea e la Premier League in tutte le sue sfaccettature.