Giornata Internazionale della Croce Rossa - 8 maggio 2017

Giornata Internazionale della Croce Rossa - 8 maggio 2017

Prospero Rigali
Mag 19, 2017

Dopo oltre 150 anni dalla nascita dell'idea di Dunant, quella bandiera con la croce rossa su fondo bianco, ancora oggi indica indiscutibilmente sicurezza, garanzia e protezione per l'umanità itera.

L'8 maggio si festeggia, invece, il lavoro di soccorso che svolgono quotidianamente milioni di volontari. La breve cerimonia di consegna si è svolta venerdì mattina, con il Presidente del comitato CRI di Napoli, Paolo Monorchio, che ha consegnato personalmente nelle mani del sindaco Francesco Pinto il vessillo poi esposto. Presenti la delegata territoriale della CRI Lina Merolla, la vice presidente del Comitato Latina Nives Grimaldi, il delegato ai Valori e Principi Lorenzo Munari ed una rappresentanza di volontari cisternesi.

Ogni anno, il Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa raggiunge più di 160 milioni di persone attraverso il suo network, composto da 17 milioni di volontari in 190 paesi e da 450mila operatori.

Per celebrare questa importante anniversario la Croce Rossa Italiana di Osimo ha predisposto un interessante cartellone di iniziative. "L'esposizione della bandiera per l'intera settimana vuole essere anche il ringraziamento della città a tutti i nostri concittadini e le nostre concittadine, giovani e meno giovani, che dedicano tempo ed energie al volontariato e a prestare assistenza a chi è fragile e meno fortunato". "Grazie a tutti i volontari, Cisterna è loro grata, e domenica sarà con voi in Piazza XIX Marzo ad apprezzare la vostra competenza ed il vostro straordinario amore per la vita". Un tour che durerà una settimana e sarà inaugurato oggi in occasione della Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. L'Amministrazione Comunale ha accolto l'iniziativa celebrativa dei volontari in segno di riconoscenza della collettività nei confronti di chi tutti i giorni lavora nella direzione della solidarietà e della coesione, arricchendo la comunità apriliana.