[TORINO] La Partita del Cuore torna a Torino

[TORINO] La Partita del Cuore torna a Torino

Minervino Buccola
Mag 15, 2017

"Bisogna dimostrare a chi dona che i soldi investiti saranno usati per scopi nobili, come le iniziative di Telethon e della Fondazione Piemontese per la ricerca sul cancro" ha sottolineato il presidente della Juventus Andrea Agnelli, oggi in veste di Presidente della Fondazione del Piemonte per l'Oncologia-Istituto di Candiolo.

Dopo i grandi successi del 2013 e del 2015, La Partita del Cuore fa tappa nel capoluogo piemontese per la terza volta negli ultimi cinque anni e punta a un obiettivo ambizioso: superare il record di 2 milioni e 111 mila euro di raccolta complessiva (biglietti, sms, sponsor), ottenuto nell'ultima edizione torinese. "Un evento che va ben oltre Torino e appartiene al Paese" spiega la sindaca ed ex giocatrice di pallone Chiara Appendino, che darà il calcio di avvio alle 21.

A poco più di venti giorni dal fischio d'inizio, le squadre della Nazionale Italiana Cantanti e dei Campioni per la Ricerca stanno affinando la preparazione per la Partita del Cuore, che andrà in scena martedì 30 maggio allo Juventus Stadium. In panchina, per la Nazionale Cantanti, ci sarà il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, che ha un passato di allenatore nei dilettanti.

"Vogliamo sottolineare l'importanza dell'obiettivo di quest'anno - ha affermato Paolo Belli - puntare a raccogliere 2.500.000 euro . A Roma abbiamo realizzato in collaborazione con la Fondazione Capitano Ultimo una casa famiglia e il Parco Tutti Insieme, esempio di parco inclusivo e totalmente accessibile ai diversamente abili, gestito direttamente dall' Associazione Nazionle Cantanti". Per promuovere il tema della prevenzione e della ricerca anche il Consiglio regionale del Piemonte, attraverso gli Stati generali dello Sport "scenderà in campo" con il bando di concorso per giovani rapper "Un cuore Rap" che, ha detto il presidente Mauro Laus, darà la possibilità ai migliori di esibirsi allo Juventus Stadium.

"Telethon studia le malattie rare che sono difficili da debellare come il cancro".