Napoli, De Laurentiis attacca di nuovo Higuain:

Napoli, De Laurentiis attacca di nuovo Higuain: "Ha dimostrato di averla piccola..."

Minervino Buccola
Mag 1, 2017

Qui non c'entra né il presidente, né il fratello: "solo la sua cultura, che è molto piccola", ha concluso De Laurentiis. E comunque, se tu sei una persona di buon gusto e che conosce la storia, non puoi tradire la squadra dove hai giocato e dove ti sei affermato, per andare all'acerrima nemica di sempre, che è la Juventus. "Se si risolveranno i problemi con lei, non c'è nessun dubbio sul fatto che resterà con noi e lo accoglieremo a braccia aperte". Le polemiche continuano a prolungarsi, al suo ritorno al San Paolo Higuain è stato accolto da una bordata di fischi, fischi continui per tutta la durata del match, ripetutisi anche nella sfida di Coppa Italia, nella quale ha siglato una doppietta e ha indicato De Laurentiis in tribuna in maniera polemica.

Mertens si è rivelato un 'cecchino' sotto porta e costa meno degli altri nomi sul taccuino dell'Inter (da Bernardo Silva a Sanchez passando per James Rodriguez e Arda Turan): anche in caso di prolungamento, nel contratto di Dries verrebbe inserita una clausola rescissoria che Suning ritiene abbordabile.

"Credo che abbia il desiderio di rimanere qui - ha spiegato il patron azzurro a proposito dell'attaccante belga - Bisogna capire cosa pensa sua moglie".

"Sarri ha un contratto che lo lega a noi per molti anni e ha una clausola penale, che può scattare soltanto tra un'altra stagione, di 8 milioni di euro". "Una cifra non di certo bassa per andare ad allenare altrove". Conte mi offrì 55 milioni di euro per Koulibaly.

Per ultimo il rapporto tormentato con Gonzalo Higuain: "I tifosi non sono stupidi, capiscono perfettamente la situazione".