Calcio: Pioli, mai pensato a dimissioni e mai ci penserò

Calcio: Pioli, mai pensato a dimissioni e mai ci penserò

Prospero Rigali
Mag 1, 2017

"Da quel momento la partita si è complicata". Stefano Pioli commenta così ai microfoni di Premium Sport la sconfitta della sua Inter contro il Napoli. Ho sentito dire che siamo un incompiuta, ma per essere tale non mi sembra male il record di vittorie esterne e l'aver fatto gli stessi punti della Juventus nel girone di ritorno. Siamo una famiglia e stiamo dando il massimo per uscire da questa situazione. "Stiamo pagando due partite: di una siamo totalmente responsabili, quella di Crotone, mentre del derby stiamo pagando soltanto l'ultimo secondo, che ci ha distrutto mentalmente". Hanno una certa solidità e una certa solidità economica, anche grazie alla Champions League. E' stata una partita diversa da quelle precedenti, dove ha inciso soprattutto l'alto livello degli avversari. Mi sono dimesso a Firenze?

Voci dimissioni. "Mai pensato di presentarle e mai ci penserò". Si è parlato troppo, abbiamo il dovere di dare un futuro all'Inter. "Domani ci sarà la partita, dopo parleremo delle nostre situazioni". Cosa ci manca per vincere qualcosa? "Io proseguo per la mia strada, cerco di migliorarla insieme ai mie ragazzi, alla fine vedremo cosa si è riusciti a fare". Abbiamo commesso troppi errori, serve più lucidità. Lo scudetto per noi non è programmabile, ma sognabile e noi siamo sognatori. Napoli? Più l'avversario è forte e più di dà la possibilità di dimostrare il tuo valore. La società mi dà il supporto necessario. "Mertens? È un campione e vogliamo resti".

Sulle scelte tattiche: "Il mio lavoro è cercare certi equilibri e analizzare la prova al di là del risultato, contro la Juve ad esempio fu una delle migliori nostre prestazioni". Ci è mancata un po' di precisione nel primo passaggio. "Si può prevedere di giocare con un centrocampista in più". Di recente la fase difensiva è stato meno efficace perchè tutti partecipano meno, domani dovremo farlo con sacrificio ed organizzazione. In tal senso credo ci stia dimenticando velocemente che abbiamo appena cambiato proprietà e che bisogna darle tempo per costruire un futuro solido. L'Inter ha bisogno di assecondare l'allenatore anche sul mercato? "Tirerà il meglio nelle prossime sfide". Ho a disposizione tanti giocatori importanti.