Tragedia alla Targa Florio, auto esce fuori strada: 2 morti

Tragedia alla Targa Florio, auto esce fuori strada: 2 morti

Bruto Chiappetta
Aprile 22, 2017

In un primo momento la direzione di gara ha deciso di annullare la prova speciale Geraci-Castelbuono, poi la scelta di annullare definitivamente la manifestazione. Gli inquirenti, a tal proposito, parlano di fatalità, che però ha provocato la morte di Mauro Amendolia e del commissario di gara Giuseppe Laganà. Portata in ospedale a Petralia, sarebbe in gravi condizioni.

L'incidente è avvenuto intorno alle 12.30 a Isnello all'altezza della località Piano Torre; si stava svolgendo la prova speciale 3 "Piano Battaglia 1".

D'altronde, Mauro Amendolia era un amante delle auto e delle gare su strada da anni.

Secondo indiscrezioni non ancora confermate Gemma avrebbe chiesto al padre di prendere lui la guida nella tappa odierna a causa delle condizioni stradali. Si prevede grande agonismo anche in N3 grazie alla presenza del palermitano Cristian Burgio che in coppia con coppia con l'agrigentino Alfonso Chiappara, lotterà a denti stretti sulla attempata ma sempre affidabile Renault Clio RS.

Gli altri piloti - I principali contendenti di Andreucci saranno: Simone Campedelli su Ford Fiesta R5 Orange 1 Racing, Umberto Scandola su Skoda Fabia R5 di Skoda Motosport Italia, e Andrea Nucita, il siciliano in corsa con un'altra Skoda del Team Phoenix sono pronti a dare battaglia.

Secondo le prime testimonianze fornite dai presenti, l'incidente è avvenuto in un tratto di strada rettilineo nei pressi del rifugio Oristano e sembra che l'auto abbia perso aderenza a causa del fondo sconnesso, finendo la sua corsa contro il commisario di gara, uccidendolo. Il Rally Targa Florio, un sogno per gli sportivi di tutto il mondo, un simbolo della Sicilia, era il regalo che il papà Mauro aveva fatto a Gemma per la laurea. Il quadro che a loro appariva era quello del coinvolgimento nell'incidente di tre persone rispettivamente, i due componenti dell'equipaggio e il commissario in servizio presso la postazione 30.

Mauro e Gemma Amendolia erano iscritti col numero 29 alla Targa Florio. Correvano con una Bmw mini cooper Jcw per la scuderia Messina racing team. Era anche un appassionato di motociclismo e fan di Valentino Rossi. "Ogni tanto - prosegue Gemelli - veniva qui per chiedere dei pezzi di ricambio". Padre di due figli, era molto religioso. Mi spiace moltissimo per quello che è accaduto. "Per noi è una grandissima soddisfazione considerando che siamo solamente al terzo mese di attività".