Timore dei "disturbatori", la Juve non cambia e va all'hotel Parker

Minervino Buccola
Marzo 30, 2017

Antonio Maiorino, manager dell'Hotel Parker's, che ospiterà la Juventus nei prossimi giorni, ha parlato ai microfoni de Il Roma di un simpatico retroscena riguardante un azzurro.

La dirigenza della Juventus ha esigenze specifiche o fatto richieste particolari? Conoscono bene il nostro modo di operare. "Per loro nessuna specialità gastronomica napoletana, seguiremo le indicazioni dei loro nutrizionisti". Il doppio Napoli-Juventus, sarà un'occasione unica per ritrovarsi. Una volta persino a me vietarono di accedere (ride, ndr), ovviamente dovetti presentarmi per convincere il sorvegliante. "Una volta non fecero passare nemmeno me, e se non riesce a passare nemmeno il direttore..." Nessun trasferimento a Posillipo, quindi, per i bianconeri.

Siete stati scelti più volte anche da altre squadre: "Abbiamo ospitato l'Olimpique Marsiglia, lo Swansea, il Genoa, dopo una lunga trattativa, l'Inter e la Nazionale Italiana, l'ultima volta che ha giocato al San Paolo". Il parcheggio interno è un altro dei tanti punti che gioca a nostro favore, i pullman delle squadre entrano direttamente dal retro, eludendo eventuali disordini che potrebbero crearsi all'esterno”. Ma alla fine i bianconeri hanno preferito il soggiorno al Parker's, scelto anche questa volta come sede napoletana. Avevano scelto noi, ma non abbiamo potuto soddisfare la richiesta elevatissima di camere. Il problema non fu lesclusività, ma la disponibilità totale, visto che cerano già diverse prenotazioni”.

Ma il tifoso Maiorino, come accoglierebbe allo stadio il Pipita Higuain? Normale pensare che la Juventus si sia attrezzata per rimanere in città da domenica sera, in una sorta di lungo ritiro che avrebbe però qualche rischio dal punto di vista della "tranquillità" dei giocatori di Allegri.