Nasce

Nasce "Articolo 1- Movimento democratici progressisti"

Aldobrando Tartaglia
Febbraio 26, 2017

"Quello che conta è che oggi nasce un movimento che deve riconnettersi con il popolo, ampio, di centrosinistra".

Politica - Nasce oggi a Roma il nuovo soggetto politico della sinistra " Democratici e Progressisti, fondato dai fuoriusciti del Pd e dai deputati di Sel che non hanno aderito a Sinistra Italiana in dissenso con Nichy Vendola e che hanno invece seguito l'onorevole Scotto. Il nuovo soggetto, è il ragionamento, non vuole vivere solo nelle Aule parlamentari, dove tra l'altro in settimana nasceranno i gruppi, ma vuole essere un soggetto "popolare" che, parola di Smeriglio, "prenda confidenza con le conflittualità che la crisi produce, dandogli rappresentanza".

"Partiamo senza effetti speciali, perché la politica ha bisogno di realtà è verità".

"Chi siete? Ci chiedono". A spiegarlo è proprio Roberto Speranza, che ricorda come il primo articolo della Costituzione "è il nostro simbolo, la nostra ragione".

"Vogliamo ricostruire il centrosinistra - ha rimarcato - batterci per un nuovo centrosinistra nel Paese, libero da smanie autoreferenziali, dalla ricerca di un leader che rappresenta tutto e tutti". "Non si vince - ha aggiunto - qualificandosi ne' di destra ne' di sinistra, o con politiche neo-reaganiane, o con un moderatismo ne' di destra ne' di sinistra". Speranza ha indicato nel Jobs Act, nella Buona Scuola e nel referendum sulle trivelle i passaggi 'renziani' che "hanno creato una rottura tremenda". Riguardo l'ipotesi di tenere le primarie, l'ex capogruppo Pd non la esclude. Si vuole evitare "che tanti disillusi" dal centrosinistra "votino per movimenti che nulla hanno a che fare con il centrosinistra" perché, ha sottolineato, se non si cambia "li consegneremo ai populisti". È un nuovo inizio, un primo passo ma siamo ottimisti.