"Raggi depensante", ecco la telefonata di Sgarbi con Grillo

Prospera Giambalvo
Febbraio 9, 2017

Il critico d'arte, a La Zanzara, ha raccontato: "Ero un giorno con Parenzo e abbiamo chiamato Grillo".

Oggi abbiamo parlato del siparietto Vittorio Sgarbi-Beppe Grillo, con il noto critico d'arte ad affermare come Grillo gli abbia detto che Virginia Raggi è una "Depensante".

"La telefonata in questione tra me e Grillo - aveva spiegato Sgarbi a Radio 24 e alla Radio dell'Università Niccolò Cusano - risale a prima che la indagassero".

La Raggi è una depensante.

Ovviamente Grillo ha risposto in maniera piccata e smentendo la notizia della telefonata. Ora lo stesso Sgarbi ha diffuso il video di una sua (presunta) conversazione con il comico, dove quest'ultimo gli chiede di smentire quanto detto.

E' ovviamente un termine molto forte se viene riferito ad una persona, visto che le sta dicendo chiaramente di non pensare con la propria testa ma essere una vera e propria marionetta, che si fa utilizzare e compie azioni con le idee altrui. Hai combinato un casino, devi smentire... "Non debbo smentire nulla". "Da me non trovano neanche una lira, questi sono una piccola banda di piccolo cabotaggio, ecco cosa è la Raggi lì". Smentisci, fai qualcosa...", ripete nuovamente il garante del Movimento 5 Stelle, aggiungendo "La Raggi è bravissima. " La telefonata risalirebbe a prima che la sindaca venisse indagata, ma dopo il guru del movimento "ha iniziato a elaborare una teoria giustificazionista quando ha intuito che poteva arrivare l'avviso di garanzia". Vittorio, dai: non è il mi pensiero!"