Kondgobia per il parigino pestato:

Kondgobia per il parigino pestato: "Giustizia per Theo"

Prospera Giambalvo
Febbraio 9, 2017

Farlo venire a Milano, per assistere a una partita dell'Inter a San Siro oppure un allenamento alla Pinetina. Anche il calciatore nerazzurro Joeffey Kondogbia, anche lui francese, aveva chiesto giustizia per Theo e l'Inter adesso ha deciso di fare un gesto di solidarietà concreta, con l'invito allo stadio di Milano.

Ha fatto il giro del mondo la brutta storia di Theo, ragazzo francese vittima di un violentissimo arresto nella banlieue di Aulnay-sous-Bois, a Parigi. "Quando starò bene, sarà nostro ospite a San Siro", si legge in un tweet sul profilo nerazzurro. Di incontrare, probabilmente, Kondogbia e gli altri compagni di squadra.

Proprio nelle periferie parigine, dopo l'episodio, è montata la protesta con auto incendiate e cortei. Ricordiamo brevemente cosa è successo: giovedì scorso Thèo, 22enne residente nella banlieu, viene fermato dalle forze dell'ordine per un controllo d'identità. Quattro agenti lo hanno inseguito, bloccato, pestato e sodomizzato con un manganello. L'aggressione è avvenuta sotto l'occhio di una telecamera e il video diffuso ha suscitato un'ondata di indignazione in tutto il Paese. Un racconto, questo, confermato dal referto del medico che ha visitato Theo, che ha diagnosticato "una ferita longitudinale del canale anale" e una "lesione del muscolo sfintere anale", con una prognosi di sessanta giorni.