Armel Le Cléac'h vince l'VIII Vendée Globe

Armel Le Cléac'h vince l'VIII Vendée Globe

Minervino Buccola
Gennaio 20, 2017

Un soffio, dopo le 24.000 miglia di navigazione intorno al mondo. Il Vendée 2016/2017 è stato una regata bellissima, che ricorderemo a lungo per l'impresa di Le Cleac'h ma anche per il filo da torcere che gli ha dato un grande rivale, il britannico Alex Thomson su Hugo Boss, dominatore del Vendée fino al 2 dicembre, quando il francese l'ha superato, per non lasciare più il comando. Alle 5:00, Armel Le Cléac'h era al largo del faro di Eckmühl che segnala la punta di Penmarch, ed andava di bolina ad una dozzina di nodi.

Sarà un ultimo tratto carico di insidie con le isole di Groix, Belle-Île e Yeu a interferire localmente sul vento, le correnti imprevedibili e un "traffico" pesante tra navi cargo e pescherecci. Oltre che il giro delle barche dotate di "ali", dei famosi foil. Dietro ad Le Cleac'h e Thomson, infatti, seguono Jeremie Beyou su Maitre Coq (a 781 miglia) e Jean-Pierre Dick su St. Michel-Virbac (a 1790 miglia). Quinto, e primo degli scafi "vecchi", Yann Elies su Queguiner-Leucemie Espoir (a 1835 miglia).