Vaticano, Papa Francesco lancia l'allarme sulla truffa delle udienze a pagamento

Vaticano, Papa Francesco lancia l'allarme sulla truffa delle udienze a pagamento

Bruto Chiappetta
Gennaio 12, 2017

"Adesso devo dirvi una cosa che non vorrei dire ma devo dirla: per entrare alle udienze ci sono i biglietti di entrata e su questi c'è scritto in uno, due, tre, quattro, cinque lingue che il biglietto è del tutto grtuito per entrare all'udienza sia in Aula che in piazza non si deve pagare, è una visita gratuita che si fa al Papa, ma ho saputo che ci sono dei furboni che fanno pagare i biglietti". Per spiegare l'attaccamento agli idoli e alle false speranze, Papa Francesco ha citato il film "Miracolo a Milano".

"Non si tratta solo - ha spiegato - di raffigurazioni fatte di metallo o di altro materiale, ma anche di quelle costruite con la nostra mente, quando ci fidiamo di realta' limitate che trasformiamo in assolute, o quando riduciamo Dio ai nostri schemi e alle nostre idee di divinita'; un dio che ci assomiglia, comprensibile, prevedibile, proprio come gli idoli di cui parla il Salmo". "L'udienza è gratuita, qui si viene senza pagare perché questa è la casa di tutti e chi dice di far pagare, non so se è un reato, ma quell'uomo e quella donna è una delinquente, questo non si fa, capito?", ha concluso il Pontefice accolto da un sonoro applauso dei presenti incuriositi per l'annuncio. "Questi - ha sottolineato il Pontefice - sono gli idoli e ci portano sulla strada sbagliata e non ci danno felicità". E anche noi, uomini di Chiesa, corriamo questo rischio quando ci "mondanizziamo".