Genova - Ladri acrobati sorpresi ad Oregina ed inseguiti dai carabinieri

Genova - Ladri acrobati sorpresi ad Oregina ed inseguiti dai carabinieri

Aldobrando Tartaglia
Gennaio 12, 2017

Genova - Un inseguimento e due arresti: è quanto è successo questa sera in via Paleocapa, ad Oregina. L'accusa è furto e ricettazione.

L'allarme nel quartiere era scattato già nel pomeriggio, quando al centralino dei carabinieri arrivano diverse segnalazioni su alcune persone sorprese ad arrampicarsi lungo grondaie e tubi: un modus operandi che rispecchia quello usato dai ladri acrobati che negli ultimi giorni hanno sfruttato proprio le grondaie e i giardini condomiali per raggiungere i balconi e da lì le abitazioni da saccheggiare, forzando portefinestre e tapparelle. Alcuni hanno rivelato di avere sentito anche due spari, testimonianze poi smentite dagli stessi carabinieri in servizio, che non avrebbero estratto l'arma d'ordinanza limitandosi a intimare più volte ai ladri di fermarsi e riuscendo alla fine ad accerchiare e bloccare i due ladri. Si tratta di D.K, 25enne e di S.X., 19enne, entrambi irregolari e senza fissa dimora, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio. Dopo un inseguimento a piedi lungo via Paleocapa e una breve colluttazione, i due soggetti sono stati fermati dai militari.

Con loro avevano gioielli, 200 euro in contanti e 140 dollari, appena rubati in un appartamento di via Capri. I due sono ora in carcere a Marassi. Il sospetto è che siano autori di un'ondata di furti consumati tra il 15 dicembre 2016 e il 9 gennaio 2017 nell'area di Castelletto e San Teodoro, dove sono stati denunciati ben 17 colpi.