Ndrangheta Arresti per Droga, stroncato traffico tra Colombia e Italia

Ndrangheta Arresti per Droga, stroncato traffico tra Colombia e Italia

Prospero Rigali
Gennaio 11, 2017

Gli arresti e le perquisizioni, eseguiti dalla mobile di Reggio Calabria e dal Servizio centrale operativo, nei confronti di soggetti ritenuti vicini alle famiglie Morabito-Bruzzaniti-Palamara, non solo in Calabria, ma anche nelle province di Milano, Napoli, Bologna e Pescara.

Le persone coinvolte sono indagate per associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di droga.

Le indagini hanno permesso di bloccare l'importazione di oltre 35 chili di cocaina fra la Colombia e la Calabria.

4 flash comunicato - Sono 19 i provvedimenti emessi nell'ambito dell'operazione Buona Ventura. L'informativa della Polizia di Stato di oltre 500 pagine ha raccolto intercettazioni telefoniche, telematiche e ambientali, ricostruendo l'attività dell'associazione transnazionale di narcotraffico. L'inchiesta ha di fatto messo in luce un gruppo criminale, contiguo alle 'ndrine del mandamento jonico reggino, che operava tra Italia, Colombia, Perù, Repubblica Domenica e Spagna, importando grossi quantitativi di droga dal Sud America. A tale scopo, secondo l'accusa, alcuni trafficanti calabresi avevano allestito nella Locride un negozio per la rivendita di pesci surgelati provenienti proprio dal Sudamerica. Al Porto di Gioia Tauro avveniva la consegna della cocaina, nascosta tra merci alimentari. "Al vertice del cartello criminale - ha proseguito de Raho - le cosche della 'ndrangheta della ionica, i Morabito-Bruzzaniti ed i Palamara di Africo, un cui esponente, Giovanni Palamara, era ormai diventato un ospite 'fisso' in Colombia e godeva di grande fiducia da parte dei vari cartelli dediti al traffico internazionale di stupefacenti". I sequestri sono stati effettuati nel corso di specifiche operazioni antidroga condotte in provincia di Reggio Calabria e all'aeroporto Barajas di Madrid.